Inizio pagina Salta ai contenuti

San Vito di Cadore

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Maggio  2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
             

News

Errore caricamento immagine.

Coronavirus: Aggiornamenti al 28 aprile 2020 - DPCM 26 aprile 2020 - Ordinanze del Presidente Zaia n. 42 e 43.

I nuovi provvedimenti del Governo e del Presidente della Regione


Il Sindaco informa:

pubblicate sul BUR Veneto n. 55 del 24 aprile 2020 l'Ordinanza n. 42 e sul Bur Veneto n. 56 del 27 aprile 2020 l'Ordinanza n. 43 del Presidente della Giunta Regionale Veneto che prevedono:
Consentita la vendita di cibo da asporto, la vendita per asporto sarà effettuata previa ordinazione online o telefonica, ove possibile, garantendo che gli ingressi avvengano dilazionati nel tempo e negli spazi esterni nel rispetto della distanza di un metro e con l'uso di mascherina e guanti e consentendo nell'eventuale locale interno l'ingresso di un cliente alla volta e stazionamento solo per il tempo strettamente necessario al ritiro. Gestore e addetti devono avere mascherine e guanti, confermata l'attività di consegna a domicilio. Riaprono, quindi, per esempio, le gelateria e le pizzerie al taglio, in aggiunta alla modalità delle consegne a domicilio, che resta confermata. Riapre tutto il settore take away del cibo;
Revocata la disposizione restrittiva ai negozi di abbigliamento bimbi, cartolerie e librerie. Cade quindi il limite delle due aperture settimanali;
Per le opere pubbliche, si riprende con le categorie di seguito indicate, a prescindere dai codici Ateco: strade, ponti, viadotti, ferrovie, funivie, aeroporti, autostrade, gallerie, condotte, tubature, fognature, dighe, acquedotti, gasdotti, opere marittime, dragaggio, opere fluviali, bonifica, irrigazione, demolizione;
Lavori edilizi sul patrimonio esistente: ampliamenti, manutenzioni, impiantistica;
Consentita la coltivazione del terreno agricolo per autoconsumo, anche all'interno di orti urbani e comunali. Si può andare, quindi, a coltivare l'orto;
E' consentita la vendita, in esercizi, anche in esercizi al dettaglio, come fiorerie, di prodotti florovivaistici, come piante, semi, piante in vaso e fertilizzanti. Si parla, in particolare, delle fiorerie. Si sta valutando la possibilità di riaprire, anche nei mercati settimanali, di bancarelle di piantine;
Consentiti tagli boschivi per autoconsumo;
Consentito l'accesso ai cimiteri nel rispetto dell'obbligo di distanziamento, con mascherine, guanti. "Questa - spiega il governatore - è una sorta di moral suasion, dal momento che la competenza per la apertura e la chiusura dei cimiteri è dei sindaci, che in molti casi hanno fatto ordinanze di chiusura, che noi non abbiamo mai fatto. I sindaci sono liberi di decidere, noi forniamo una indicazione, di mettersi una mano sul cuore, se si aprono le fabbriche, non teniamo chiusi i cimiteri";
Sono consentite le prestazioni di servizio di carattere artigianale, rese da terzi, a bordo di imbarcazioni da diporto, all'ormeggio e sistemazione delle darsene per l'espletamento dell'attività ordinaria;
È consentito lo spostamento individuale per attività motoria e attività all’aria aperta, anche con bicicletta o altro mezzo, in tutto il territorio comunale di residenza o dimora, con divieto di assembramenti e con obbligo di rispetto della distanza di m. 1 tra le persone, salvo quelle accompagnate in quanto minori e non autosufficienti, utilizzando mascherina e guanti o garantendo l’igiene con idoneo liquido igienizzante;
è consentito per i residenti in Regione, lo spostamento individuale nell'ambito del territorio regionale per raggiungere le seconde case di proprietà o imbarcazioni e velivoli di proprietà che si trovano al di fuori del comune di residenza, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene;
è ammessa la vendita di cibo per asporto tramite veicolo, senza uscita di passeggeri;
Negli ambienti di lavoro si applica il protocollo firmato dalle parti sociali il 24 aprile 2020 e ogni successiva modifica e integrazione nonché ogni misura relativa agli ambienti di lavoro relativa a settori speciali;
E’ fatto obbligo per tutte le persone, nelle attività economiche e sociali, di distanziamento di un metro, di copertura di naso e bocca con mascherine e di utilizzo di guanti o di igienizzazione delle mani con apposito liquido.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI ha adottato il nuovo DPCM 26 aprile 2020 "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale.", che entrerà in vigore il 4 maggio 2020, pubblicato in GU Serie Generale n.108 del 27-04-2020

 

con il DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 10 aprile 2020, pubblicato in GU Serie Generale n.97 del 11-04-2020, sono state prorogate fino al 3 maggio le misure restrittive sin qui adottate per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

A fondo pagina potete trovare la tabella aggiornata con i codici ATECO delle attività consentite e vietate, (predisposta dal Dirigente del Comune di Scandicci Simone Chiarelli)

La Prefettura di Belluno, con comunicato stampa del 15 aprile, ha comunicato le novità per le attività commerciali e per le imprese e le modalità di comunicazione per l'inizio/proseguo dell'attività!

(A fondo pagina il comunicato e la modulistica)

Valpe Ambiente S.p.a., ha predisposto un "VADEMECUM CORONAVIRUS: come gestire i rifiuti domestici per le persone positive al tampone o in quarantena obbligatoria", che trovate in allegato a fondo pagina;

a fondo pagina, negli allegati, potete trovare diverse informazioni generali e raccomandazioni degli Enti Governativi;

che il DPCM del 22 marzo prevede, per le attivita' Produttive, la comunicazione al Prefetto di Belluno per le attivita' previste dall'art.1 lettera D e G da inviare tramite posta certificata protocollo.prefbl@pec.interno.it;

Trovate i dettagli e il modello sul sito della Prefettura di Belluno al seguente link: Comunicato stampa;

che il Fondo Welfare  ha contribuito alla realizzazione del progetto di sostegno psicologico covid-19 in provincia di Belluno. Il progetto è coordinato dalla psicologia ospedaliera della ulss 1 Dolomiti, e per la sua realizzazione avrà il sostegno economico del fondo welfare e identità territoriale  e dell'AIL. Verrà organizzato: 7 giorni su 7 un punto di ascolto specializzato per le persone in quarantena, la consulenza  per gli operatori sanitari operanti nei reparti covid-19, l'appoggio alla popolazione attraverso materiale informativo.

In particolare il fondo, grazie all'accordo stipulato con SANInveneto nel novembre scorso, offrirà la formazione e la supervisione all'equipe di psicologi dell'Ulss e la Consulenza telefonica nel fine settimana tramite un centro di psicotraumatologia di Padova.
Nel sito dell'Ulss1Dolomiti sono disponibili le informazioni e le schede informative specifiche per fasce di età.

tutti i cittadini che sono in quarantena obbligatoria, che l'Istituto Superiore di Sanità ha fornito delle indicazioni in merito al conferimento dei rifiuti;

La Ditta che effettua la raccolta dei rifiuti, ha confermato di rispettare le indicazioni suggerite dall'Istituto Superiore di Sanità.

A fondo pagina trovate il volantino informativo (Allegato2).
Nel caso di esigenze per contenitori o altro, contattare direttamente la Ditta Valpe Ambiente S.r.l. 0437640462 - 0437643621;

Al seguente link potete trovare tutte le informazioni su come comportarsi e rispettare le norme, aggiornate costantemente: Decreto #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo

A questo link, trovate le FAQ del Ministero della Salute, in cui sono evidenziate bene le MISURE DI CONTENIMENTO: FAQ - Covid-19, domande e risposte 

Link al sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze

NUMERI UTILI CORONAVIRUS-COVID19

AULSS 1 Dolomiti: http://www.aulss1.veneto.it/sezione/nuovo-coronavirus-covid-19-informazioni-utili/

Governo Italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri: http://www.governo.it/it

Ministero della salute: http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Istituto Superiore di Sanità: https://www.epicentro.iss.it/coronavirus

Regione Veneto: https://www.regione.veneto.it/web/sanita/nuovo-coronavirus https://www.regione.veneto.it/article-detail?articleId=427525

Protezione Civile Nazionale http://www.protezionecivile.gov.it/attivita-rischi/rischio-sanitario/emergenze/coronavirus 

Comune di Agordo http://myportal-ca083.regione.veneto.it/myportal/C_A083/home 

Attualmente sono in vigore i seguenti provvedimenti: Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri di domenica 8 marzo; Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri di lunedì 9 marzo; Decreto 11 marzo 2020, che trovate a fondo pagina.

Misure igienico-sanitarie:

1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani; 
2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute; 
3. evitare abbracci e strette di mano; 
4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro; 
5. praticare l'igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie); 
6. evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l'attività sportiva; 
7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; 
8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce; 
9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico; 
10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol; 
11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie. 

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 29/04/2020
Corso Italia, 43
P.Iva IT 00206310252
PEC: sanvitocadore.bl@cert.ip-veneto.net